Popular

Oro, Il sole nascosto nella terra

By Novembre 13, 2020 Novembre 25th, 2020 No Comments

Oro

Il metallo delle stelle

L’oro è noto e molto apprezzato dall’uomo fin dalla preistoria. Molto probabilmente è stato il primo metallo mai usato dalla specie umana (prima del rame) per la manifattura di ornamenti, gioielli e oggetti rituali.
L’aspetto forse che più affascina di questo prezioso metallo è la sua origine.
L’oro infatti contrariamente a quanto si crede non nasce in questo pianeta, ma dalle stelle.

L’oro si forma nell’universo, a seguito dell’esplosione di una supernova dove si possono raggiungere temperature così elevate da permettere l’aggregazione chimica che forma il prezioso metallo.

Fin dai tempi antichi all’oro sono stati attribuiti poteri magici, nell’antico Egitto fu uno degli elementi all’origine della divinizzazione del faraone.

Maschera di Agamennone, XVI secolo a.C.

Un’interessante riflessione di Mircea Eliade nel suo libro, Arti del metallo e Alchimia afferma che l’oro non appartiene alla mitologia dell’homo faber ma è una creazione dell’homo religiosus; questo metallo cominciò infatti ad assumere valore per motivi di natura essenzialmente simbolica e religiosa e non puramente pratica non potendo essere adoperato né come utensile né come arma.

Il valore dell’oro attraversa i secoli, lo troviamo citato nella Bibbia, negli antichi Egizi e nei Greci. L’oro ha una funzione ornamentale ma anche monetaria, in quanto riserva di valore. Pare che la prima moneta in oro risalga al II millennio a.C. Sicuramente le monete d’oro erano in circolazione in alcune città greche nel VII secolo a.C.

I colori dell’oro

Attualmente esistono diverse colorazioni dell’oro, e sono dovute alla composizione chimica, L’oro infatti è troppo tenero per essere usato da solo e viene utilizzato con leghe di rame, argento e bronzo.

I colori più diffusi oltre al classico oro giallo, sono l’oro bianco, l’oro rosa e l’oro brunito. I colori dell’oro variano a seconda dei metalli e delle percentuali con cui il prezioso metallo giallo viene combinato, per la realizzazione dei gioielli.
La combinazione tra l’oro ed i vari metalli compone una lega aurea di cui viene deciso il colore e la combinazione in base alle esigenze di realizzazione dell’oggetto o alle richieste di chi vuole comprare oro di altri colori ed ordina un gioiello personalizzato.

L’oro non viene intaccato né dall’aria né dalla maggior parte dei reagenti chimici. Da sempre la sua elevata inerzia chimica ne ha fatto un materiale ideale per il conio di monete e per la produzione di ornamenti e gioielli.

Il ruolo dell’Italia nella lavorazione dell’oro

L’Italia è dal 1998 il maggiore trasformatore di oro al mondo.
Valenza dove ha sede il brand Giansante è una delle capitali mondiali dell’alta gioielleria. La tradizione orafa di Valenza viene espressa ogni giorno da Giansante, che crea capolavori utilizzando con cura, maestria e precisione questo prezioso metallo.

Dalle stelle, alle mani più eleganti, la storia dell’oro ci affascina, un metallo religioso e spirituale, che sa conservare oltre ad un valore emotivo, un valore economico nel tempo. L’arte della lavorazione dell’oro trova in Giansante la massima espressione.

Leave a Reply